Roman Opalka - L'artista polacco che ha trascorso metà della sua vita a dipingere dall'1 all'infinito

Roman Opalka - L

Roman Opalka era un artista concettuale polacco che ha trascorso quasi tutta la sua carriera dipingendo una progressione del design dei numeri per simboleggiare il passare del tempo. Ha iniziato con la cifra '1' nel 1965, e dopo quel giorno ha trascorso ogni giorno a dipingere circa 400 numeri consecutivi. Al momento della sua morte, nell'agosto 2011, il conteggio decennale di Opalka aveva raggiunto i 5.607.249.

lindos lindos gatos lindos

Di Più: Wikipedia h / t: odditycentral



Roman Opalka - L

Per la sua prima tela, o 'dettaglio' come li chiamava, Roman decise uno sfondo nero 195 x 135, con l'altezza corrispondente alla sua altezza fisica, e la larghezza derivata dalla circonferenza della porta del suo studio di Varsavia. Ha iniziato prendendo un pennello sottile e dipingendo un piccolo '1' nell'angolo in alto a sinistra di una tela nera, e ha continuato a dipingere file ordinate di piccoli numeri consecutivi da un lato all'altro della tela. Quando ha raggiunto l'angolo in basso a destra, aveva già raggiunto 35.327. Ma quello era solo l'inizio di un viaggio verso l'infinito.

Roman Opalka - L

Questo è ciò che Roman Opalka si proponeva di raggiungere quando dipinse il primo '1', nel 1965, ma era ovviamente molto consapevole della sua mortalità. “Tutto il mio lavoro è una cosa sola, la descrizione dal numero uno all'infinito. Una cosa sola, una sola vita… ”disse una volta. 'Il problema è che lo siamo e stiamo per non esserlo.'

Roman Opalka - L

Nel corso dei 46 anni trascorsi a dipingere la sua sequenza di piccoli numeri, Opalka ha completato un totale di 222 tele, o dettagli, e nonostante una volta abbia detto che sperava di raggiungere 7.777.777, un numero con 'un significato profondo, filosofico e religioso' - prima di morire, si è fermato a meno di 6.000.000. L'ultimo numero che ha dipinto è stato 5.607.249, anche se è difficile da dire senza controllare da vicino, perché è stato dipinto con vernice bianca su una tela bianca.

Roman Opalka - L

Nel 1972, Roman Opalks prese la decisione di rendere ogni tela più bianca dell'1% rispetto a quella precedente, in modo che un punto finisse per dipingere bianco su bianco, qualcosa che chiamò “blanc merité (bianco meritato). Ha raggiunto il suo obiettivo nel 2008, e i numeri dipinti negli ultimi tre anni della sua vita sono tutti bianchi su bianco.

Roman Opalka - L

camisa de tatuaje de prisión rusa

Roman Opalka ha descritto la sua impossibile sfida della pittura all'infinito come metafora dell'esistenza umana. “Il tempo così come lo viviamo e come lo creiamo incarna la nostra progressiva scomparsa. Siamo allo stesso tempo vivi e di fronte alla morte - questo è il mistero di tutti gli esseri viventi ', ha scritto in un saggio del 1987.

Roman Opalka - L
Roman Opalka - L
Roman Opalka - L

(Visitato 1 volte, 1 Visite oggi)
Categoria
Raccomandato
Messaggi Popolari