'Portraits Of Bedlam': foto inquietanti di pazienti trattati nell'ospedale psichiatrico più famoso della Gran Bretagna nel XIX secolo

Fotografie inquietanti mostrano persone che frequentavano il famigerato Bethlem Royal Hospital, dove i pazienti venivano 'curati' facendoli girare su sedie di fronte a clienti paganti. Alla maggior parte dei pazienti del manicomio di Londra, meglio noto come Bedlam, è stata diagnosticata una mania acuta e alcuni sono arrivati ​​dopo aver ucciso persone.

h / t: vintag.es



Questa paziente non identificata è stata ricoverata in ospedale a metà del XIX secolo dopo che le era stata diagnosticata una mania acuta.

Il Bethlem Royal Hospital è stato il primo istituto di salute mentale ad essere istituito in Europa. E sin dalla sua fondazione nel 1247, è stato oggetto di numerosi libri e film dell'orrore.

A William Thomas Green, ammesso nel 1857, fu diagnosticata una mania acuta.

cubierta de la banda sonora de Star Wars

Uno dei trattamenti angoscianti inventati da Erasmus Darwin - nonno di Charles - si chiamava terapia rotazionale e prevedeva di mettere un paziente su una sedia sospesa in aria che veniva poi fatta girare per ore.

Esther Hannah Still, ammessa nel 1858 e diagnosticata con mania cronica e deliri.

Il fotografo Henry Heiring ha scattato questi ritratti di pazienti nel XIX secolo per vedere se i loro volti potevano mostrare prove delle loro malattie.

A Eliza Josolyne, ammessa nel 1856, fu diagnosticata la malinconia acuta.

Il capitano George Johnston fu accusato di omicidio e prestò servizio a Bedlam nel 1846 dopo che gli fu diagnosticata la mania.

Eliza Camplin fu ammessa nel 1857 dopo che le fu diagnosticata una mania acuta.

Un secondo ritratto di Eliza Camplin, che ha ricevuto 'cure' presso la struttura.

I membri del pubblico potrebbero pagare per dare un'occhiata a Bedlam e guardare a bocca aperta i pazienti, come questa donna non identificata.

Questa paziente donna non identificata era una delle anime sfortunate che fu incarcerata nell'ospedale infernale a metà del XIX secolo.

John Bailey e suo figlio Thomas, entrambi ammessi nel 1858 con acuta malinconia.

Un'altra paziente non identificata è riuscita a sorridere mentre è stata scattata da Henry Hering a metà del XIX secolo.

malos ejemplos de diseño de productos

Il famoso artista Richard Dadd fu ammesso a Bethlem dopo essere stato accusato di aver ucciso suo padre, che credeva essere il diavolo.

Sarah Gardner, una domestica di 26 anni, fu ammessa a Bethlem nel 1857 dopo una diagnosi di 'grande depressione mentale'.

Fanny Barrett fu ammessa nel 1858 e diagnosticata una mania intermittente.

Eliza Griffin affrontò la stessa situazione di Harriet, poiché anche lei fu ospitata a Bethlem dopo che le fu diagnosticata una mania acuta nel 1855.

Harriet Jordan fu ammessa nel 1858 dopo che le fu diagnosticata una mania acuta.

Questo ritratto commovente di un paziente non identificato cattura davvero un senso di vulnerabilità.

(Visitato 1 volte, 1 Visite oggi)
Categoria
Raccomandato
Messaggi Popolari