Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero

Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero

Parlare di Cile (peperoncino) in Messico significa parlare di identità. Non solo sono stati coltivati ​​sin dalle civiltà precolombiane, ma ci sono, almeno, 64 diverse varietà di peperoncini nostrani nel nostro territorio. I peperoncini e le tortillas sono ingredienti vitali nella nostra gastronomia così come il pane e il vino lo sono per la tradizione francese. Il Cile aggiunge un'altra dimensione al nostro palato ed è quella scintilla che dà alla nostra identità quel carattere ruvido, esplosivo, intrepido. Questo regge il vecchio adagio: tu sei quello che mangi.

fotos de chinos

Ulteriori informazioni: Facebook (h / t: boredpanda )



Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero

Mangiare il Cile è un modo per guadagnare rispetto sia per gli uomini che per le donne. E molte volte i bambini nel corso della loro vita saranno spinti a mangiare il Cile per dimostrare che sono entrati nell'età adulta. Più riesci a sopportare e più piccante è il pepe che mangi, maggiore sarà il rispetto da parte delle persone intorno a te. Mangiare il Cile è una metafora di come i messicani rispondono al rischio. È anche un modo in cui dimostriamo il nostro coraggio. I messicani non si limitano a prendere sul serio il coraggio di mangiare il Cile, ma si dilettano nel piacere che li attende. Per molti messicani, il solo pensiero di mangiare il Cile farà venire l'acquolina in bocca. Perché dopo ogni enchilada (la reazione pungente al mangiare peperoncino) in cui ci si sofferma, c'è la ricompensa di provare piacere.

Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero

Il Messico è una società patriarcale, cioè è una società maschilista. È una società prevalentemente governata dai maschi per i maschi. Il Messico è una società aggressiva e violenta nella sua quotidianità e in ogni gerarchia. Quindi non c'è da meravigliarsi perché il Cile nel senso colloquiale appartiene al fallo. Parlare di Cile significa parlare in un gioco di parole con ambiguità e connotazione sessuale. Potrebbe avere a che fare con il fatto che è lungo e stretto; o perché punge o perché provoca piacere o perché rappresentativo della nostra cultura (ripensa a Pique, la nostra mascotte di peperoncino jalapeño per i Mondiali del 1986).

Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero

Per la sua serie, Los Enchilados, che è una piccola finestra sull'identità dei messicani, il fotografo Josef Ibarr ha chiesto ai suoi partecipanti di mangiare quanto più possibile da un peperone Habanero (elencato nel 1999 nel Guinness dei primati come il peperoncino più piccante). Le immagini che seguono sono ritratti ravvicinati dei loro volti nel dolore e nel piacere.

Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero

lo peor del mundo

Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero
Il fotografo Josef Ibarr scatta ritratti ravvicinati di persone dopo aver mangiato peperoni Habanero

(Visitato 1 volte, 1 Visite oggi)
Categoria
Raccomandato
Messaggi Popolari