Il libro “The Paper Time Machine” riprende immagini storiche e le conferisce colori sorprendenti

La prima tecnologia fotografica mancava di un ingrediente cruciale: il colore. Fin dall'invenzione del mezzo, abili artigiani applicavano il colore alle fotografie a mano, cercando di trasmettere la vivacità e l'immediatezza della vita con dettagli vividi (con risultati per lo più rozzi).

L'antica pratica della colorazione è stata ripresa con la moderna precisione digitale in un nuovo libro, 'The Paper Time Machine'.



Con immagini curate dal creatore di Retronaut Wolfgang Wild e colorate secondo una meticolosa ricerca sull'epoca di Jordan Lloyd di Dynamichrome, il libro mira a colmare il divario tra le immagini storiche e gli spettatori di oggi.




Una vista dall'alto di persone sulla 36th St. tra l'8a e la 9a Avenue, New York. Il Garment District di Manhattan è stato il centro dell'industria della moda americana almeno dall'inizio del XX secolo: nel 1900, il commercio di abbigliamento di New York City era la sua più grande industria per un fattore tre. L'intero ecosistema della moda, dai fornitori di tessuti agli showroom dei designer, esiste all'interno di un'area poco meno di un miglio quadrato. La nativa newyorkese Margaret Bourke-White aveva circa venticinque anni quando ha scattato questa foto. In seguito sarebbe diventata la prima fotoreporter donna della rivista Life e, durante la seconda guerra mondiale, la prima donna corrispondente di guerra. Le due auto mostrate sono una Ford Model A berlina a 4 porte del 1930, a sinistra, e una Ford Model A Sports Coupe, a destra. IMMAGINE: MARGARET BOURKE-WHITE / TIME & LIFE PICTURES / GETTY IMAGES

Di Più: Amazon h / t: mascherabile




Florence Thompson con uno dei suoi figli, Watsonville, California. Thompson aveva solo 32 anni in questa foto di Dorothea Lange, un estratto dalla sessione fotografica che ha generato l'iconica immagine della 'Madre Migrante'. Nata nel 1903 in quello che allora era il territorio indiano, ora parte dell'Oklahoma, i suoi genitori erano nativi americani Cherokee sfollati. Sposandosi a 17 anni, lei e suo marito hanno fondato una famiglia in California. Quando suo marito morì, Florence rimase con sei figli all'età di 28 anni. Ha continuato ad avere altri quattro figli, tre con un uomo californiano, Jim Hill. Nel momento in cui Dorothea Lange incontrò la famiglia, la loro macchina si era guastata durante il viaggio alla ricerca di un lavoro per la raccolta del raccolto. Hill ei ragazzi della famiglia erano entrati in città per prendere parti per l'auto. IMMAGINE: DOROTHEA LANGE / LIBRERIA DEL CONGRESSO


Stanley Kubrick è una figura estremamente significativa nella storia del cinema, dirigendo 13 film importanti tra cui Spartacus, Arancia meccanica, Shining, Full Metal Jacket e il rivoluzionario 2001: Odissea nello spazio. Ma prima della sua carriera cinematografica, il giovane Kubrick era un apprendista fotografo presso la rivista Look. Usando per la prima volta una macchina fotografica per la pubblicazione della sua scuola, gli è stato offerto un apprendistato presso Look dopo aver inviato una fotografia. Questa foto di persone che arrivano al Chicago Theatre, North State Street, Chicago, è tratta da una serie di immagini che il 21enne Kubrick ha scattato per la serie Look “Chicago - City of Extremes”. La produzione teatrale in questione, con Jack Carson, Marion Hutton e Robert Alda, era John Loves Mary, una farsa. IMMAGINE: STANLEY KUBRICK / LOOK MAGAZINE / LIBRARY OF CONGRESS


Prigionieri confederati a Seminary Ridge durante la battaglia di Gettysburg. Fino al 1863, entrambe le parti nella guerra civile americana del 1861-1865 usarono un sistema di libertà vigilata per i prigionieri. Un soldato catturato ha promesso di non combattere finché non fosse stato scambiato per un soldato che combatteva per l'opposizione. Ma nel 1863, quando fu scattata questa foto, il sistema di libertà vigilata si dimostrò insostenibile, perché le autorità confederate non avrebbero riconosciuto un prigioniero nero come uguale a un prigioniero bianco. Il risultato diretto fu che il numero di truppe detenute nelle carceri aumentò in modo massiccio, da entrambe le parti. Poco più di 400.000 soldati furono catturati e collocati nei campi di prigionia durante la guerra civile americana. Un decesso su dieci durante la guerra è avvenuto in un campo di prigionia - un totale di oltre 55.000 uomini hanno perso la vita in carcere. IMMAGINE: BIBLIOTECA DEL CONGRESSO




Si ritiene che questo soldato dell'Unione sia il sergente Samuel Smith, insieme a sua moglie Molle e alle figlie Mary e Maggie. Smith prestò servizio come soldato nella 119a fanteria di colore degli Stati Uniti, arruolandosi a Camp Nelson, nel Kentucky. Formatisi durante la guerra civile americana, dopo l'entrata in vigore del proclama di emancipazione di Lincoln il 1 ° gennaio 1863, i 175 reggimenti delle truppe colorate degli Stati Uniti (USCT) erano formati in gran parte ma non esclusivamente da soldati afroamericani. In totale, circa 180.000 afroamericani liberi insieme a nativi americani, asiatici americani e americani delle isole del Pacifico furono arruolati nell'USCT - circa un decimo della forza dell'Unione. Quasi 2.700 furono uccisi in combattimento - ma questa è una cifra sminuita da un totale di 68.000 uccisi principalmente da malattie - la principale causa di morte durante la guerra. I reggimenti erano guidati da ufficiali bianchi. IMMAGINE: BIBLIOTECA DEL CONGRESSO


I soldati della 164a Brigata di deposito formano una bandiera di servizio a Fort Riley in Kansas. Arthur Mole raggiunse una certa fama come fotografo di immagini patriottiche americane come questa, anche se per nascita, Mole era in realtà britannica. Tuttavia, ha diretto la sua attenzione fotografica alle basi e alle installazioni militari statunitensi durante la prima guerra mondiale, cercando di creare un senso di fervore ed entusiasmo patriottico. Dopo aver composto e pianificato per una settimana, Mole e il suo socio portarono una piattaforma alta 80 piedi a ogni istituzione militare, da dove, tramite un megafono, Mole procedette a dirigere un gran numero di truppe in servizio e altro personale nella sua enorme 'insegna vivente'. ' Ci vorrebbero diverse ore o spostarsi e stare in piedi prima che la foto fosse disposta con soddisfazione di Mole. IMMAGINE: ARTHUR MOLE / LIBRERIA DEL CONGRESSO


Il Fort Sill dell'Oklahoma, il luogo di sepoltura del nativo americano Geronimo, ospitava palloncini di aquiloni statici, gonfiati con idrogeno come questo. I palloni erano dispiegati per l'osservazione degli attacchi di artiglieria, e venivano fissati con cavi guida da gruppi di personale di terra. Sei soldati sono rimasti uccisi nell'incidente catturato qui dalla telecamera, all'Henry Post Field al Forte. L'idrogeno in un palloncino è stato innescato da quella che si ritiene fosse una carica di elettricità statica, creata quando le pieghe del tessuto del palloncino venivano sfregate insieme. Altre trenta truppe furono ferite. IMMAGINE: BIBLIOTECA DEL CONGRESSO


L ''Empire State Express' (New York Central Railroad) passa per Washington Street, Syracuse, New York. L'Empire State Express era il treno di punta della New York Central e della Hudson River Railroad. Aveva anche fama mondiale come primo treno passeggeri con una velocità programmata superiore a 50 mph, oltre a intraprendere la corsa non-stop programmata più lunga, tra New York City e Albany, per 143 miglia. I treni circolano sulle strade di Syracuse, New York dal 1859, guadagnandosi il soprannome di 'la città con i treni per le strade'. Oltre alle evidenti preoccupazioni per la sicurezza, la situazione ha portato anche rumore, sporcizia e inquinamento ai cittadini di Siracusa. Nei punti di punta, circa sessanta treni correvano lungo Washington Street, anche se quell'era finalmente terminò nel 1936 con l'arrivo di una ferrovia sopraelevata e di una nuova stazione su Erie Boulevard East. L'ultimo treno a correre sulle strade di Syracuse è stato l'Empire State Express, in direzione est. IMMAGINE: BIBLIOTECA DEL CONGRESSO

estándares de belleza masculina a lo largo del tiempo


Celebrazioni a Wall Street, New York, dopo la resa della Germania. Questa immagine è quasi ciò che sembra, ma non del tutto. Conosciamo il momento esatto in cui è stata scattata questa foto, alle 13:52 di giovedì 7 novembre 1918, quattro giorni prima della fine della prima guerra mondiale. Il rapporto prematuro della fine della Grande Guerra ebbe origine in una conversazione informale all'ora di pranzo tra l'ammiraglio Henry Wilson, comandante delle forze navali americane nelle acque francesi, e Roy Howard, presidente della United Press. Wilson ha trasmesso un rapporto di una telefonata che aveva ricevuto da un amico impiegato presso l'ambasciata americana in cui dichiarava che era stato firmato un armistizio. Howard, credendo di aver appena ricevuto la più grande notizia degli anni della sua carriera, circumnavigò i vari sistemi di controllo e censura in atto, arrivando a falsificare la firma del suo editore straniero. Ha trasmesso la storia a New York senza scrutinature, dando il tempo di cessazione delle ostilità alle 14:00, otto minuti dopo che questa foto è stata scattata. I trader di Wall Street sono stati i primi a essere a conoscenza della notizia e il trading è terminato alle 13:00. Con la diffusione della notizia, l'intera città è stata coinvolta nei festeggiamenti. Il giorno successivo, il New York Times ha descritto la trasmissione United Press come 'l'atto più flagrante e colpevole di inganno pubblico'. Il trattato di armistizio firmato alla fine della prima guerra mondiale dagli alleati e dalla Germania a Compiègne, in Francia, entrò in vigore l'undicesimo giorno dell'undicesimo mese all'undicesima ora, 1918. Eppure quasi 3.000 uomini persero la vita nella finale giorno della guerra, poiché, nonostante l'annuncio dell'armistizio, i combattimenti non cessarono effettivamente fino a quel momento specifico. IMMAGINE: W.L. DRUMMOND / LIBRERIA DEL CONGRESSO


L'impiccagione dei cospiratori nell'assassinio di Lincoln, a Fort McNair, Washington D.C. L'assassinio di Lincoln nell'aprile 1865 da parte di John Wilkes Booth faceva parte di una cospirazione per abbattere il governo dell'Unione. La trama avrebbe visto l'uccisione simultanea da parte dei congiurati del presidente; Vicepresidente Andrew Johnson; e il Segretario di Stato William Seward. Solo Booth è riuscito. Mentre Booth fu ucciso prima che potesse essere processato, altri cospiratori furono presi e imprigionati. Tre mesi dopo l'assassinio, il 7 luglio, quattro di loro - Lewis Powell, David Herold, George Atzerodt e Mary Surratt - furono impiccati a Fort McNair. La scena è stata catturata dal fotografo scozzese Alexander Gardner. La forca è stata costruita appositamente per l'occasione. Mary Surratt, la cui pensione di Washington era un luogo principale nella cospirazione, divenne la prima donna ad essere giustiziata dal governo federale degli Stati Uniti. IMMAGINE: ALEXANDER GARDNER / LIBRERIA DEL CONGRESSO


I soldati del 369 ° 'Harlem Hellfighters' che indossano la medaglia della Croce di Guerra posano per una foto durante il viaggio di ritorno a New York. In questa immagine vediamo: prima fila (da sinistra a destra) - il soldato Ed Williams; Herbert Taylor; Private Leon Fraitor; Privato Ralph Hawkins. Bancata posteriore (sx) - Sergente H. D. Prinas; Il sergente Dan Storms; Private Joe Williams; Private Alfred Hanley; e il caporale T. W. Taylor. Quando l'America entrò nella Grande Guerra, il primo reggimento afroamericano a combattere fu il 369 ° fanteria, trasportato in Francia alla fine del 1917. Il razzismo e la discriminazione incontrati dai soldati erano iniziati durante l'addestramento in America, e continuarono in Europa, con molti soldati americani bianchi che si rifiutano di combattere a fianco del 369 °. Dopo l'aprile 1918, sotto il controllo dell'esercito francese, tale discriminazione diminuì. Soprannominati 'Harlem Hellfighters', i membri del 369 ° erano rinomati per il coraggio, l'abilità e la ferocia. Al loro ritorno a New York City dopo il 1918, ricevettero un euforico benvenuto, marciando lungo la Fifth Avenue. IMMAGINE: ARCHIVI NAZIONALI


Una baraccopoli 'Hooverville' a Central Park, New York. La Grande Depressione che seguì il crollo del mercato azionario dell'ottobre 1929 vide enormi tassi di disoccupazione e senzatetto negli Stati Uniti. Le persone senza lavoro erano persone senza i mezzi per pagare l'affitto. All'improvviso, gli alloggi civici costruiti per i senzatetto si stavano riempiendo al massimo. Le baraccopoli - alcune che ospitano fino a 15.000 persone - iniziarono a crescere in prossimità di mense per i poveri e altre fonti di cibo gratuito. Tali città spontanee erano conosciute colloquialmente come 'Hoovervilles', dal nome di Herbert Hoover. Hoover era il presidente repubblicano nel 1929 e la responsabilità per la depressione era in gran parte affidata alla sua porta. L'Hooverville a Central Park si è sviluppato sul sito del bacino idrico inferiore del parco. Un tempo prosciugato e messo da parte per diventare un prato, il progetto del serbatoio è stato deragliato dall'impatto della recessione. Quando riprese nel 1933, l'Hooverville non c'era più, ma non prima di aver acquisito notorietà, stando letteralmente all'ombra degli sfarzosi edifici che costeggiano il parco, incluso The Beresford - aperto pochi mesi prima del crollo della borsa. IMMAGINE: BETTMANN / GETTY IMAGES


I lavoratori costruiscono la Statua della Libertà all'interno del laboratorio dello scultore francese Frédéric Auguste Bartholdi, a Parigi. L'idea per la Statua della Libertà è stata di Frédéric Auguste Bartholdi. Lo scultore parigino ha voluto creare un regalo per la nazione americana sulla scia dell'abolizione della schiavitù - a cui fa riferimento la catena spezzata ai piedi della statua. La costruzione iniziò nel 1877 e Bartholdi portò l'ingegnere Gustave Eiffel per aiutare con la struttura interna della statua. Nel 1885, la statua completata fu spedita in America, assemblata e dedicata l'anno successivo. IMMAGINE: ALBERT FERNIQUE / BIBLIOTECA DEL CONGRESSO


Un ritratto di Abraham Lincoln, senza barba, di 37 anni. Sarebbero passati altri quattordici anni prima che Abraham Lincoln diventasse il sedicesimo presidente degli Stati Uniti. Qui, in un'immagine dello studente di legge Nicholas Shepherd, Lincoln è fotografato mentre prestava servizio come membro della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, poco prima di riprendere la sua pratica legale a Springfield, Illinois. In particolare, Lincoln è ben rasato. Si fece crescere i baffi nel 1860 come risposta diretta a una lettera di una ragazza di 11 anni, Grace Bedell, che credeva che la mancanza di barba di Lincoln stesse ostacolando la sua carriera politica. IMMAGINE: NICHOLAS SHEPHERD / BIBLIOTECA DEL CONGRESSO


Un giro al Luna Park di Coney Island. Quando Frederic Thompson ed Elmer Dundy costruirono il loro giro A Trip To The Moon per un'esposizione a Buffalo, nello Stato di New York nel 1901, avevano un successo tra le mani. Il fulcro della corsa era un dirigibile alimentato da ali che sbattevano, chiamato Luna. Spostando la corsa allo Steeplechase Park di Coney Island per il 1902, Thomson e Dundy hanno poi affittato più terra e creato il Luna Park, utilizzando 1.000 guglie, un quarto di milione di luci e $ 700.000. Nella sua serata di apertura, 60.000 persone hanno pagato dieci centesimi ciascuna per entrare al Luna Park - le giostre costano di più. Ma nel 1908, il Luna Park fu eclissato da Dreamland, con un milione di luci. Dundy morì nel 1907 e Thompson fallì. Il Luna Park ha continuato ad esistere, ma i proprietari successivi hanno lottato per realizzare qualsiasi potenziale possedesse. Nel 1944 fu spazzato via da un incendio. IMMAGINE: GEO. P. HALL & SON / NEW YORK HISTORICAL SOCIETY / GETTY IMAGES


Un uomo di origini giapponesi insegna a suo nipote a camminare al Manzanar War Relocation Authority Center, California. Dopo l'attacco giapponese a Pearl Harbor nel dicembre 1941, circa 120.000 giapponesi americani furono allontanati con la forza dalle loro case, lasciando dietro di sé tutti i loro affari e beni, e furono trasferiti nei campi di concentramento, noti come 'centri di trasferimento'. Circa 80.000 erano cittadini americani nativi. Questa immagine di Dorothea Lange è stata scattata al campo di Manzanar, a nord-est di Los Angeles. Più di 10.000 persone sono state detenute nel campo di 500 acri. Come tutti questi campi, Manzanar era trattato come un'installazione militare, con torri, perimetri di filo spinato e guardie armate. Prima che Manzanar chiudesse alla fine del 1945, centoquarantasei persone erano morte durante gli internati del campo. La fotografa documentarista Dorothea Lange ha creato un corpus significativo di lavori durante la Grande Depressione, lavorando per la Farm Security Administration degli Stati Uniti. Nata Dorothea Nutzhorn, i suoi genitori erano immigrati di seconda generazione dalla Germania. Premiata con una Guggenheim Fellowship nel 1941, si dimise per fotografare l'evacuazione forzata dei giapponesi americani. La maggior parte delle sue immagini sono state considerate critiche dai militari e sono state sequestrate per più di cinque decenni. IMMAGINE: DOROTHEA LANGE / LIBRERIA DEL CONGRESSO


Mulberry Street era al centro della Little Italy di Manhattan, un quartiere etnico seguito dall'immigrazione di massa degli italiani a New York dopo gli anni Ottanta dell'Ottocento. All'inizio del ventesimo secolo, nove persone su dieci nel Quattordicesimo Ward di Manhattan avevano origini italiane. La stessa Mulberry Street ha preso il nome dagli alberi di gelso che crescevano intorno a Mulberry Bend, il punto della strada in cui curvava attorno a quello che allora era il Collect Pond. Questa scena, girata nel 1900, mostra qualcosa dell'ampiezza di attività di Little Italy: le bancarelle di ortaggi; bambini scalzi; commercianti di scarpe, stivali e abbigliamento; un carro di barili e sacchi; uomini di traslochi; e coperte, trapunte e tappeti lasciati all'aria - o da vendere. IMMAGINE: DETROIT PUBLISHING CO. / LIBRARY OF CONGRESS


'11:00 Newsies a Skeeter's Branch, Jefferson vicino a Franklin. Fumavano tutti. St. Louis, Missouri. ' Come fotografo che lavora per la riforma sociale, Lewis Hine ha trovato una serie di vantaggi nel fotografare i 'giornalisti', ragazzi che vendevano giornali per strada. A differenza del lavoro che ha svolto fotografando i bambini lavoratori nelle miniere, nelle fabbriche e nelle fabbriche, Hine poteva fotografare i ragazzi senza chiedere il permesso ai datori di lavoro o, più tipicamente, circumnavigarli. Le fotografie potrebbero essere realizzate con più tempo e con più focalizzazione e attenzione sui soggetti che ha ripreso. Per ottenere questo senso di connessione diretta, Hine avrebbe portato la sua macchina fotografica all'altezza degli occhi dei suoi soggetti. Non solo fotografando i bambini lavoratori, Hine ha anche parlato con loro e ha cercato di documentare e registrare la loro esperienza. In generale, ha creato un corpo di lavoro che mostrava uno standard di vita inaccettabile per molte migliaia di bambini e che alla fine ha ottenuto un cambiamento nella comprensione culturale di cosa significa essere un bambino e nella legge. IMMAGINE: LEWIS HINE / LIBRERIA DEL CONGRESSO


Un bombardiere in picchiata Douglas SBD “Dauntless” è in equilibrio sul muso dopo un atterraggio di fortuna su un ponte di volo di una portaerei nel Pacifico. Il Douglas SBD Dauntless della seconda guerra mondiale della US Navy era un velivolo da ricognizione per due persone e un bombardiere subacqueo - SBD stava per Scout Bomber Douglas. Con un'autonomia di 1.115 miglia, una velocità massima di 255 mph e un carico di bombardamento di 2.250 libbre, è stato un aereo di grande successo in battaglia. Utilizzati per la prima volta a Pearl Harbor e poi nella campagna del Pacifico, così come in Europa, furono costruiti quasi 6.000 SBD. L'SBD è meglio conosciuto per il suo ruolo nella battaglia delle Midway del giugno 1942, quando quattro squadroni SBD attaccarono quattro portaerei giapponesi, affondandole o danneggiandole fatalmente tutte e quattro. Verso la fine della guerra, la US Navy sostituì gradualmente l'SBD con il Curtiss SB2C Helldiver, un aereo con più potenza. IMMAGINE: BIBLIOTECA DEL CONGRESSO


Toro Seduto e Buffalo Bill. Scattata negli studi di William Notman a Montreal, Quebec, durante il Wild West Show di Buffalo Bill, nell'agosto del 1885, questa fotografia portava il titolo 'Foes in ’76 - Friends in ’85'. Toro Seduto aveva 54 anni quando accettò di unirsi al Buffalo Bill's Wild West di William Cody nel 1885. Pagato un bonus di firma di $ 125 e $ 50 a settimana, il suo ruolo in quello che era essenzialmente un circo americano era quello di girare per l'arena una volta per spettacolo, in la processione di apertura. Toro Seduto era l'attrazione principale, ma dopo quattro mesi ne aveva avuto abbastanza ed era tornato alla Riserva di Standing Rock. Era ben diverso dal 1876, quando, come leader spirituale dei Lakota Sioux, Toro Seduto aveva ispirato la sua tribù nella sconfitta della settima cavalleria di Custer nella battaglia di Little Big Horn. Dopo la battaglia, Toro Seduto fu costretto all'esilio in Canada, fino a quando la fame non lo costrinse ad arrendersi al governo degli Stati Uniti. Trasferito su Standing Rock, Toro Seduto fu colpito e ucciso da un agente di polizia della Prenotazione nel 1890. IMMAGINE: WILLIAM NOTMAN / DAVID FRANCIS BARRY / BIBLIOTECA DEL CONGRESSO

obra de arte de fantasía de ciencia ficción


La 'Street of Gamblers', Chinatown, San Francisco. Due uomini e una donna a bordo del brigantino americano Eagle furono i primi immigranti cinesi a San Francisco. Dal 1849, i cinesi furono attratti dalle opportunità lavorative per la costruzione della Transcontinental Railroad, così come dalla California Gold Rush, sebbene la discriminazione razziale fosse pronunciata e sancita dalla legge, culminando nel Chinese Exclusion Act del 1892, che bandì l'immigrazione da Cina per il prossimo decennio. Il fotografo dello studio di San Francisco Arnold Genthe è stato attratto dalla Chinatown di San Francisco, catturando molte centinaia di fotografie della sua gente, spesso a loro insaputa. Le immagini sono fedeli alla cultura che Genthe ha visto, sebbene abbia anche ritagliato elementi occidentali. Qui, Genthe ha catturato l'essenza di un mercato hutong cinese trasposto a San Francisco, affollato di uomini che indossano camicie nere di chángshān e sfoggiano le acconciature da coda Manchu, obbligatorie per tutti gli uomini cinesi fino agli anni '10. Ad eccezione delle immagini di Genthe, rimangono pochissime fotografie della Chinatown di San Francisco prima del terremoto e degli incendi del 1906. La maggior parte delle raccolte fotografiche andò perduta, ma quella di Genthe sopravvisse, conservata in un caveau di una banca. IMMAGINE: ARNOLD GENTHE / LIBRERIA DEL CONGRESSO


Ritratto di Art Hodes, Kaiser Marshall, Henry (Clay) Goodwin, Sandy Williams e Cecil (Xavier) Scott, Times Square, New York. Sebbene sia nato in Ucraina, il pianista jazz Art Hodes è cresciuto a Chicago e ha trascorso la maggior parte della sua carriera in 'The Windy City'. Hodes divenne famoso per lo stile Chicago Jazz, ma per avere successo si era dovuto trasferire a New York nel 1938. Qui, Hodes e la sua River Boat Jazz Band - Joseph 'Kaiser' Marshall alla batteria, Henry 'Clay' Goodwin alla tromba, Sandy Williams al trombone e Cecil 'Xavier' Scott hanno suonato il clarinetto e il sax tenore - stanno suonando su un carro trainato da cavalli per promuovere il loro concerto quella sera - con gli ospiti speciali Louis Armstrong e Jack Teagarden. Lo scrittore e fotografo (autodidatta) William P.Gottlieb ha trascorso i dieci anni dal 1938 al 1948 intervistando e fotografando i principali musicisti jazz dell'epoca, in gran parte residenti a New York, tra cui Duke Ellington, Ella Fitzgerald, Dizzy Gillespie e Billie Vacanza. Un editorialista per il Washington Post, Gottlieb ha iniziato a scattare le sue foto quando il Post non voleva pagare un fotografo. IMMAGINE: WILLIAM GOTTLIEB / LIBRARY OF CONGRESS


La U.S.S. Recluta, una corazzata di legno costruita dalla Marina a Union Square, New York City, per reclutare marinai e vendere Liberty Bonds dal 1917 al 1920. Al fine di aumentare il reclutamento alla Marina - e addestrare quelli così reclutati - l'esercito americano commissionò la costruzione di una corazzata piena e idonea alla navigazione nel mezzo di Union Square, Manhattan. La nave era dotata di personale, con un capitano, ed era dotata di wireless e alloggi per ufficiali e altro equipaggio. Aveva anche i riflettori, illuminati di notte. Oltre a funzionare come un'unità di addestramento e reclutamento di successo - più di 25.000 uomini si sono uniti alla Marina degli Stati Uniti tramite Recruit - la nave è stata anche utilizzata come luogo di eventi e ricevimenti, ospitando, tra le altre occasioni, un gruppo in visita di nativi americani e un battesimo. La nave rimase a Union Square per tutta la durata della guerra e oltre, infine fu dismessa e smantellata nel 1920. I sei cannoni che trasportava erano repliche di legno. IMMAGINE: SERVIZIO BAIN NEWS / BIBLIOTECA DEL CONGRESSO

(Visitato 1 volte, 1 Visite oggi)
Categoria
Raccomandato
Messaggi Popolari