L'artista discute della violenza con le armi da fuoco con splendide opere d'arte di 'Anatomy Guns'

L

L'artista Noah Scalin ha creato una straordinaria serie di opere d'arte intitolata Anatomy of War che consiste di pistole umane 'anatomicamente corrette'. Le creazioni di Scalin nascono da una miscela di argilla polimerica, acrilico e smalto e mirano a umanizzare le armi per discutere la violenza delle armi in un modo più sensibilizzato e complesso. Anatomy of War provoca lo spettatore e motiva le persone a pensare a tutte le vite perse dalle pistole, sostituendo i proiettili con organi umani.



Di Più: Noah Scalin , Instagram , Facebook h / t: arte-pecora , beautifuldecay



L

Secondo la dichiarazione dell'artista: 'Queste pistole sono state sezionate clinicamente rivelando una serie di organi interni notevolmente umani, piuttosto che il freddo acciaio e i proiettili normalmente presenti all'interno. Gli oggetti diventano fragili come le vite che possono potenzialmente prendere. Inoltre la pistola diventa un'estensione fisica del corpo dell'utilizzatore dell'arma, sebbene con un cervello vistosamente assente.



L

È impossibile separare la violenza delle guerre in corso in tutto il mondo dalle armi che le alimentano, in particolare l'infinito numero di armi leggere che sono in circolazione senza fine che passano di mano in mano. Tuttavia, troppo spesso la discussione sulle armi da fuoco in America si conclude in termini emotivi intorno al 2 ° emendamento. Anatomy of War riporta la discussione al livello umano individuale.

L



In uso costante dalla sua creazione nel 1946, si stima che ci siano quasi 100 milioni di fucili d'assalto stile AK-47 attualmente in circolazione in tutto il mondo. Grazie alla sua resistenza e facilità d'uso, quest'arma può essere trovata nelle mani di personale militare, terroristi, combattenti per la libertà e bambini soldato. È diventata un'immagine iconica, un simbolo che si trova sulle copertine degli album e sui gioielli e nelle foto dei famosi e famigerati. È anche l'unica arma moderna ad apparire su una bandiera nazionale (Mozambico).

L

juguete de la conferencia de prensa de godzilla

Mikhail Kalashnikov ha creato il design dell'AK-47 mentre era un soldato nell'esercito russo, ma il suo rapporto con l'arma che ha creato è rimasto ambivalente per tutta la sua vita. Pur non denunciandolo mai apertamente, ha spesso rilasciato dichiarazioni che mostravano il suo disagio per la sua proliferazione: 'Sono orgoglioso della mia invenzione, ma sono triste che sia usata dai terroristi. Avrei preferito inventare una macchina che le persone potessero usare e che aiutasse gli agricoltori nel loro lavoro, ad esempio un tosaerba '. E alla fine ha contattato il leader della Chiesa ortodossa russa chiedendo l'assoluzione per il suo contributo alla morte di un numero incalcolabile di persone, poco prima della sua morte nel 2013 all'età di 94 anni '.

L
L
L
L
L
L
L
L

(Visitato 1 volte, 1 Visite oggi)
Categoria
Raccomandato
Messaggi Popolari