I semi di girasole di Ai Weiwei alla Tate Modern

Un vasto tappeto di semi di girasole replica in porcellana assemblati dall'artista Ai Weiwei, ciascuno cotto e dipinto a mano dagli abitanti di Jingdezhen, la 'capitale della porcellana' della sua nativa Cina.

Ai Weiwei



Ai Weiwei posa con una manciata di semi alla rassegna stampa di questa mattina. (Lennart Preiss / AP)



Ai Weiwei

I lavoratori rastrellano i 'semi' in preparazione per l'apertura; si dice che più di 100 milioni siano sparsi sul pavimento della sala. (Peter Macdiarmid / Getty Images)



Ai Weiwei

Una fotografia ravvicinata di alcuni semi, cotti in forno due volte: una prima di essere dipinti a mano, un'altra dopo. Ciascuno è unico. (David Levene per The Guardian)

Ai Weiwei



Lo staff della Tate Modern inizia a stendere i semi. (Peter Macdiarmid / Getty Images)

Ai Weiwei

I visitatori saranno incoraggiati a camminare attraverso l'installazione e raccogliere i semi, ma non a rubarli. (Stefan Wermuth / Reuters)

Ai Weiwei

Potranno persino sdraiarsi, se lo desiderano ... (Fiona Hanson / PA)

Ai Weiwei

Un primo piano dei semi ammucchiati sul pavimento della Turbine Hall. (David Levene per The Guardian)

Ai Weiwei

Un fotografo ingrandisce per una vista a volo d'uccello. (Stefan Wermuth / Reuters)

Ai Weiwei

I semi di girasole sono uno spuntino cinese onnipresente, ma erano anche un alimento comune durante i duri anni della Rivoluzione Culturale. Alcuni potrebbero anche pensare alla globalizzazione alimentata dagli sfruttatori. (David Levene per The Guardian)

peores portadas de álbumes de la historia

Ai Weiwei

(David Levene per The Guardian)

(Visitato 1 volte, 1 Visite oggi)
Categoria
Raccomandato
Messaggi Popolari